Cinema d’animazione che racconta per suggestioni marchigiane

Cinema d’animazione che racconta per suggestioni marchigiane

Il festival Animavì è dedicato a quella corrente del cinema d’animazione che si propone di raccontare per suggestione, in cui ogni singolo fotogramma è già concepito come una piccola opera d'arte.

Quest’anno il regista russo Aleksandr Sokurov ha ricevuto nella suggestiva cornice del Castello della Porta di Frontone (Pesaro e Urbino) il Bronzo Dorato alla Carriera del festival Animavì. Un’occasione imperdibile per approfondire la conoscenza del regista dal punto di vista artistico ed umano. Ad omaggiare il maestro, amante della musica classica, Paolo Marzocchi, pianista e compositore pesarese tra i più interessanti nel panorama nazionale.

Animavì, primo festival internazionale di cinema di animazione poetico, diretto dal regista Simone Massi, la cui seconda edizione si è tenuta a Pergola, ha omaggiato il regista con il prezioso trofeo artistico ispirato al gruppo equestre di epoca romana di Pergola, una tra le più importanti testimonianze archeologiche non solo della cittadina che accoglie il festival, ma dell’intero territorio regionale marchigiano.

Il premio, che la scorsa edizione era stato assegnato ad Emir Kusturica, si aggiunge ai numerosi ricevuti dal Maestro russo, nei più prestigiosi festival cinematografici, tra cui Venezia, Berlino, Cannes, Mosca, Toronto e Locarno e il premio alla Carriera che il Maestro riceverà a dicembre dalla European Film Academy.

“Aleksandr Sokurov - dichiara il direttore artistico Simone Massi - si aggira fra le macerie e le ombre della Storia, impasta il passato con le sue fantasticherie e realizza film che sollevano dubbi e corpi, opere che ci invitano a librarci in volo”.

L’evento chiude l’edizione 2017 di Animavì, quest’anno ricchissimo di appuntamenti e ospiti con un programma che ha coinvolto non solo Pergola ma un intero territorio, e sarà realizzato per l’occasione, oltre che con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino e della Fondazione Marche Cultura, con il sostegno dell’Unione Montana Catria e Nerone e dei comuni di Frontone, Serra Sant’Abbondio, Cagli, Acqualagna, San Lorenzo in Campo e Arcevia, luoghi che accoglieranno il regista durante il breve soggiorno nelle Marche. 

Receive More Stories Like This In Your Inbox

Recommended

Musica e azione. Amore e pallottole. ‘Ammore e malavita’: what a feeling!

Musica e azione. Amore e pallottole. ‘Ammore e malavita’: what a feeling!

Intelligenti. Ironici. Spiazzanti. I Manetti Bros. sono sbarcati al Festival del Cinema di Venezia circondati da quell'aura di “the next big thing” e...
John Bailey, l’Abruzzo cinematografico e il suo legame con L’Aquila

John Bailey, l’Abruzzo cinematografico e il suo legame con L’Aquila

Una vittoria a sorpresa quella di John Bailey, eletto alla Presidenza dell’Academy Awards, prestigiosa istituzione delle Arti e delle Scienze del...
La Norma di Vincenzo Bellini, una montagna da scalare

La Norma di Vincenzo Bellini, una montagna da scalare

L'opera più celebre di Vincenzo Bellini si appresta ad arrivare a Liegi dove sarà in scena fino al 31 ottobre: Norma è una di quelle opere con cui...
Immigrati di seconda generazione e Il Guastafeste del pugliese Tandoi

Immigrati di seconda generazione e Il Guastafeste del pugliese Tandoi

“Il Guastafeste”, il nuovo cortometraggio scritto e diretto da Giuseppe Tandoi prodotto dalla società di produzione aquilana Esprit Film, è stato...
The Leisure Seeker, in viaggio con l'Amore a Venezia

The Leisure Seeker, in viaggio con l'Amore a Venezia

Ella (Helen Mirren) e John Spencer (Donald Sutherland) sono una coppia sul viale del tramonto. Lei malata di cancro, lui di Alzheimer. Alle prese con...

Weekly in Italian

Recent Issues